Papà abusa della figlia di 3 anni: “Credevo fosse mia moglie”

Papà abusa della figlia di 3 anni, poi si giustifica: «Credevo fosse mia moglie». Abusa più volte della figlia di 3 anni e si giustifica dicendo di averla scambiata per sua moglie. Henry Vincent Bennett 27enne di Bluefield, in West Virginia, è stato condannato a 50 anni di carcere dopo aver violentato la sua bambina. Il papà orco ha provato a giustificarsi deicendo di aver creduto nel sonno che in realtà era la moglie, ma la giuria lo ha condannato senza credergli.

A far capire cosa era successo è stata la stessa bambina che ha iniziato a fare dei disegni strani, con dei falli e chiari riferimenti sessuali, insoliti per una bimba della sua età. La mamma ha così denunciato i fatti e dopo una serie di indagini il padre ha confessato quello che aveva fatto, apportano però l’assurda giustificazione per il suo comportamento, come riporta anche il Daily Mail.

Con questa sentenza, emessa martedì 26 marzo 2019, la giuria ha voluto mettere nero su bianco che Bennett dovrà quindi rimanere in carcere “per il resto della sua vita effettiva”. L’uomo fu arrestato nel febbraio 2018, dopo che la figlia aveva raccontato dell’incesto ad alcuni familiari. La bambina infatti aveva modellato con il pongo dei genitali, spiegando che erano quelli di Bennett.

Davanti ad un’equipe di psicologi, la piccola ha poi rivelato gli abusi da parte del padre, il quale in un primo momento ha negato ogni addebito. Solo nel corso del processo il 27enne ha infine ammesso di aver aggredito sessualmente la bimba in due occasioni, affermano però che si era trattato di un incidente perché la figlia sarebbe strisciata nel letto mentre la moglie si era allontanata per andare in bagno.La corte però non hanno creduto al fatto che l’uomo potesse davvero aver scambiato una bambina di 13 chili con una donna che invece ne pesa 83. Ad infastidire ancor di più il giudice il fatto che Bennett ha confessato alzandosi improvvisamente dal banco degli imputati.

“E’ stata una cosa simile a ciò che accade nei telefilm di Perry Mason” ha sottolineato infatti il pubblico ministero George Sitler ai microfoni di WVVA. La difesa di Bennet ha cercato di trovare un’attenuante all’aggressione sessuale evidenziando le ridotte capacità mentali dell’uomo, senza però riuscire a convincere i giudici. Condannata anche la madre della bimba, la 24enne April Bennett, che si è dichiarata colpevole di abbandono di minori.

Author: Emanuela Buzzetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *