Scendono dall’auto dopo un tamponamento, travolti da un camion: morta una 40enne

Ancora sangue sulle strade italiane. Un tragico incidente mortale si è verificato sulla statale 274, all’altezza dello svincolo per Baia Verde e Li Monaci, due località tra le più famose e frequentate dell’estate salentina. A perdere la vita è stata Angjelina Zefi, 40enne di origini albanese che vive a Casarano. Una dinamica assurda quanto crudele quella che ha portato alla morte della donna, travolta da una camion dopo essere scesa dall’auto per constatare i danni di un tamponamento tra la sua Renault Megan e una Mini Countryman con a bordo 2 turisti. Nulla di preoccupante, tant’è che le auto si sono accostate vicino ad una curva e i conducenti – tra cui la donna che viaggiava insieme alla cognata – sono scesi per fare la classica “costatazione amichevole”, il cid.

Poi la tragedia. Mentre stavano compilando il modulo, sulla statale 274 è sopraggiunto un Iveco che ha travolto in pieno la donna, in piedi accanto alla Megane. È stata lei ad avere la peggio. L’impatto è stato talmente violento cheè morta sul colpo. Il conducente, probabilmente, non si è nemmeno accorto della sua presenza sul margine della carreggiata, poco dopo una curva, in un punto reso pericoloso dalla scarsa visibilità.

Putroppo, non ha potuto far nulla per evitare l’impatto perché, in quel momento, la corsia di sorpasso era occupata da un altro furgoncino, impegnato nella manovra. Una volta attivata la macchina dei soccorsi, le ambulanze del 118 hanno raggiunto il luogo del sinistro, insieme ai Vigili del Fuoco del distaccamento locale. I sanitari non hanno potuto far altro che constatare il decesso della 40enne. Per lei non c’è stato più nulla da fare, troppo gravi le ferite riportate anche alla testa. 

Gli altri feriti della statale 274 invece, sono stati accompagnati in “codice rosso” agli Ospedali più vicini. La cognata della vittima, sotto choc, è stata trasportata al “Ferrari” di Casarano. Salvatore De Luca, originario di Taviano, coinvolto anche lui nel sinistro è accompagnato al nosocomio salentino. Se la caverà. Gli era stato assegnato un codice rosso per la dinamica dell’accaduto, ma una volta raggiunto il Pronto Soccorso, per fortuna, il suo quadro clinico è apparso meno grave del previsto.

Ha riportato diversi traumi ed è ora tenuto sotto osservazione.Sul posto anche i Carabinieri della compagnia di Gallipoli, capitanati da Francesco Battaglia cui toccherà il compito di ricostruire con esattezza il sinistro.

Author: Emanuela Buzzetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *