“Sto lottando ma mi sento impotente”: il dolore di Paola Perego

Paola Perego sta per tornare in tv. A partire da venerdì 21 giugno, infatti, tornerà per sei appuntamenti il talk “Non disturbare”. Che non sarà tutto al femminile: si è deciso di aprire il contenitore di Raiuno anche agli uomini. “A patto che abbiano una sensibilità particolare nei confronti del genere femminile”, ha precisato la conduttrice. Come per la scorsa edizione, inoltre, il tutto si svolgerà in una camera di hotel e tra un servizio in camera e una controllatina al trolley dell’ospite di turno, si svolgerà una vera e propria confessione.

Due ospiti, divisi tra il mondo dello spettacolo, del cinema, della televisione e della cultura, in ogni puntata, che si confesseranno ai microfoni della conduttrice. Tra coloro che hanno deciso di raccontarsi ci sono Elena Santarelli, Rita Dalla Chiesa, Sabrina Salerno. E ancora Paola Barale, Marisela Federici, Totò Schillaci, Pierluigi Diaco, Cristiano Malgioglio e Guillermo Mariotto.

Paola Perego si dice pronta ad affrontare qualsiasi imprevisto, nonostante questo non sia un periodo della sua vita proprio sereno. L’inatteso non la spaventa, specie sul lavoro perché le dà “carica ed energia”. Quello che non riesce a gestire è il senso di impotenza: “Credo di non riuscire a gestire il senso di impotenza, tutto deve risolversi ora e subito – ha raccontato in una intervista a Vanity Fair, rivelando di sentirsi davvero inerme ora che suo padre è malato.

“Mi sto sentendo impotente adesso perché mio padre, che ha novant’anni, è molto ammalato – spiega a Vanity – Vorrei rimetterlo in piedi: non se ne può andare sulla sedia a rotelle. Sto lottando, ma non è semplice – ha aggiunto la conduttrice. Ci proverò fino all’ultimo momento, ma rimane frustrante non poter fare nulla per impedirlo”. Per fortuna ha al suo fianco la famiglia. Il marito Lucio Presta e il suo nipotino nato da poco riescono a rendere meno pesante questo momento.

“Quando sto con i miei figli, con mio nipote e con mio marito: se non devo lavorare le telefonate e le intrusioni mi disturbano molto”, ha detto, rivelando di non sopportare anche “quando gli altri non ascoltano me: inizi a parlare e a un certo punto attaccano con i problemi loro e non ti danno più retta”. Come detto, poi, sta per ripartire il suo programma ‘Non disturbare’ e a questo proposito ha rivelato di aver provato imbarazzo in una situazione: “Toccare le mutande di qualcuno che non è mio marito o mio figlio mi ha fatto un po’ senso”.

Author: Emanuela Buzzetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *