Vagina, i “peccati capitali” che nessuna donna dovrebbe mai commettere

La vagina perfetta non esiste. Pur consapevoli di ciò, le donne fanno molte cose (sbagliate) per cercare di rendere il loro organo genitale diverso. La dottoressa Shirin Lakhani, medico estetico del Kent, ha raccontato al Daily Mail di essere scioccata per via delle innumerevoli richieste di modifiche del “triangolino” da parte di donne di tutte le età. “La vagina perfetta non esiste – ha ribadito lei – e non ne esiste una completamente simmetrica o completamente uguale a un’altra: le donne dovrebbero accettarsi per come sono e, soprattutto, evitare pratiche pericolosissime”.

Ma quali sono queste pratiche molto in voga? Per esempio la pulizia col vapore, quella di cui parla spesso Gwyneth Paltrow, per esempio. Può sembrare una pratica per la pulizia profonda, in realtà è pericolosa perché rischia di ustionare pelle e tessuti delicati oltre a provocare infezioni. “La tua lei non è un tappeto” ha tuonato la dottoressa. 

Anche i lavaggi vaginali sono sbagliati: “Sconvolgono l’equilibrio e rendono l’organo genitale femminile più predisposto a contrarre infezioni”. Una goccia di Chanel n° 5 “lì” prima di andare a letto? Sbagliatissimo: “Penso che sia una delle cose peggiori che possiamo fare alla nostra lei: essa si pulisce da sola ed è sufficiente così” ha affermato la Lakhani. Cosa si rischia? La vaginosi batterica.

Anche inserire oggetti “strani” è un errore madornale. Lo fate per piacere sessuale? Sappiate che oggetti come cetrioli e banane possono causare irritazioni.

Indossare jeans skinny tutti i giorni è una pessima idea: possono insorgere infezioni, irritazioni e micosi: “È importante per far respirare l’organo genitale ed evitare vestiti troppo stretti che possono far venire candida o mughetto”. Hai un forte prurito proprio là sotto? Non ti grattare: potresti ulteriormente irritare la zona o, peggio, provocarti ferite difficili da rimarginare. Non parlare dei propri problemi sessuali è un altro problema: ci sono trattamenti – tra cui l’Ultra Femme 360, un trattamento a radiofrequenza non invasivo – che offrono risultati in soli otto minuti e aiutano a riscoprire le gioie dell’intimità.

Anche indossare biancheria sporca è un errore da non fare così come spremersi bolle o peli incarniti. Perché? Perché spremere un brufolo in vagina non fa che peggiorare l’infezione. Tra le cose più sbagliate che una donna possa fare alla propria lei c’è l’aspirarla. Cosa? Esatto, molte donne, ultimamente, passare l’aspirapolvere nel loro organo genitale nel tentativo di far terminare il ciclo. “Gli aspirapolvere e le vagine non sono un binomio possibile – ha spiegato la dottoressa – Nessuno dovrebbe mai aspirare la propria lei. Si tratta di una pratica che non serve a nulla, non blocca il ciclo ed è solo pericolosa perché porta batteri cattivi all’interno dell’organo genitale”.

Author: Emanuela Buzzetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *