Esplosione in una casa vacanza: è successo tutto all’improvviso. La situazione

Due persone, padre e figlio, sono rimaste ferite, il secondo in modo più grave, a causa dell’esplosione avvenuta in una palazzina nella zona ‘Il Poggio di Porto Cesareo’, in provincia di Lecce. Secondo quanto accertato dai vigili del fuoco, si sarebbe trattato di una fuga di gas. Al momento della deflagrazione, nell’abitazione c’erano il proprietario, un uomo di 62 anni e il figlio di 43.

Quest’ultimo, entrando in cucina ed accortosi dell’odore di gas, ha chiuso la valvola dell’impianto, ma non ha aspettato che il gas all’interno della stanza uscisse fuori e ha acceso subito la luce innescando la deflagrazione. L’uomo è ricoverato al centro grandi ustionati dell’ospedale ‘Perrino’ di Brindisi, mentre il padre si trova al ‘Vito Fazzi’ di Lecce. Sul posto sono intervenuti i carabinieri.

Entrambi i feriti sono rimasti ustionati e sono in codice rosso. Probabilmente anche il padre verrà trasportato al Perrino. Sul posto sono ancora operativi mezzi del 118 e del 115 per la eventuale presenza di vittime sotto le macerie. La palazzina infatti ha subito danni notevoli. Nella villetta in cui si è verificata l’esplosione che ha provocato il ferimento grave del proprietario e di suo nipote, erano alloggiate due coppie di turisti che si sono salvati perché al momento dello scoppio erano già usciti per andare in spiaggia. 

I quattro hanno recuperato i loro effetti personali e un’agenzia turistica sta provvedendo a ricollocarli in un’altra struttura. Su disposizione dell’autorità giudiziaria la villa é stata posta sotto sequestro. Intanto è salito a due il numero delle vittime dell’esplosione al mercato rionale di Gela, avvenuta lo scorso 5 giugno.

All’alba di stamane, nell’ospedale Civico di Palermo dove era stata ricoverata, è morta per le gravi ustioni riportate Giuseppa Scilio, 62 anni. La notizia è arrivata a Gela stamattina, mentre erano in corso i funerali dell’altra vittima, Tiziana Nicastro, 42 anni, morta in un altro ospedale di Palermo lo scorso 13 giugno. A Gela oggi è lutto cittadino.

Author: Emanuela Buzzetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *